Il fallimento della class action italiana

Lo scarso utilizzo dell’istituto dell’azione di classe nel nostro paese: quanto ancora abbiamo da imparare dagli Stati Uniti Le origini storiche dell’istituto della class action statunitense sono molto risalenti. Il padre della giustizia americana, Joseph Story, dichiarò ammissibile l’istituto, a titolo di eccezione alla Necessary Parties Rule, con la formulazione di una disciplina già nel lontano 1842; disciplina che…

Doping: il caso Iannone e i precedenti di Lawson e Jamnicky

L’eccessiva discrezionalità dei poteri decisori della Corte Arbitrale dello Sport nella decisione 10 novembre 2020 Dal 1° al 3 novembre 2019, a Sepang (Malesia) si svolgeva il Campionato Mondiale di MotoGP, al quale prendeva parte il pilota italiano Andrea Iannone. Durante l’ultima giornata, lo sportivo veniva sottoposto ad un controllo antidoping a seguito del quale…

Diritto penale: responsabilità degli enti collettivi: verso una giustizia monetizzata?

Il decreto 231 ha segnato l’avvio di un percorso di monetizzazione, basato sui caratteri di certezza, liquidità ed esigibilità, che ha riguardato anche la giustizia penale (a cura dell’avv. ANTONIO DI SANTO)   A partire dall’introduzione nell’ordinamento giuridico italiano della responsabilità amministrativa (rectius: penale) degli enti collettivi di cui al D.Lgs. 8 giugno 2001, n.…

Indagini preliminari troppo lunghe: la Corte EDU condanna l’Italia

Abstract L’eccessivo prolungamento delle indagini preliminari aveva impedito alla persona offesa di costituirsi parte civile: la Corte EDU condanna l’Italia. Questa la decisione espressa dai Giudici di Strasburgo in occasione del ricorso avanzato da un cittadino italiano in merito ad un procedimento penale archiviato per intervenuta prescrizione del reato a causa dell’eccessivo prolungamento delle indagini…